martedì 24 gennaio 2012

Bucatini all'amatriciana


Ingredienti per 4 persone
400 g di bucatini, 150 g di guanciale di maiale o pancetta, 3 pomodori maturi,
1 peperoncino rosso, 40 g di Pecorino romano grattugiato, sale e pepe


15 minuti per la preparazione + 12 minuti per la cottura

Tagliare il guanciale a fette e poi a rettangolini,

 Metterlo in una padella e con pochissima acqua,
sciogliere il grasso.

Poi togliere il guanciale, unire nel grasso i pomodori spellati,
privati dei loro semi e tagliati a pezzi,
insaporire con il peperoncino sbriciolato,
salare poco e pepare.

Cuocere per 10 minuti.
Poi rimettere il guanciale nel sugo,
facendolo appena riscaldare.



 Cuocere i bucatini, in acqua salata al dente, scolarli e condirli con il pecorino e con il sugo.
Mescolare bene e servire caldo.
                                                       



BUON APPETITO



Storia del Piatto
Il sugo all’amatriciana prende il nome da Amatrice, cittadina laziale in provincia di Rieti.
L’uso del pomodoro nella preparazione lo distingue dalla gricia, un altro sugo a base di guanciale e pepe.
L’aggiunta del pomodoro, legata all’uso di pasta lunga come i bucatini o gli spaghetti, è una consuetudine tradizionalmente italiana: è attestata già nei primi anni del 1800 dal gastronomo francese Grimond de la Reyniére nell'Almanach des Gourmands.
L’amatriciana viene normalmente servita a Roma con i bucatini e spolverata di pecorino romano, mentre ad Amatrice per tradizione accompagna gli spaghetti.


Fonte della ricetta Academia Barilla

1 commento:

  1. Sei un'artista, continua cosi'!Negli Stati Uniti diremmo "Good job!Keep up the good work!" ;)
    I love you dad

    RispondiElimina