martedì 29 novembre 2011

Fine Corso Base

 
30 Novembre 2011
Fine
 Corso di Cucina Base presso la Scuola Peccati di Gola.
Che cosa dire, per realizzare un'ottima pietanza occorrono ingredienti di prima qualità, bene in questo corso non è mancato nulla dall'ottimo docente Chef Sebastiano Molania alla validissima Cristina instancabile e sempre con un sorriso per tutti, e infine il nostro gruppo di lavoro a dire poco "Fantastico", prima lezione partita in sordina, ma solo nei primi quindici minuti dopo incredibile ma vero tutte delle bellissime persone, sono sicuro che ci ritroveremo a breve e che non è ancora finita, questa splendida avventura.


Dedicato a  Francesca e Federica

domenica 20 novembre 2011

Peperoni Ripieni alla Siciliana

 

Ingredienti per 4 persone

  • 4 peperoni
  • 240 g di pane grattugiato
  • 4 pomodori
  • 4 acciughe salate
  • 2 cucchiai di capperi
  • 50 g di Caciocavallo
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • basilico q.b.
  • sale e pepe q.b.


Con la punta di un coltello, eliminate il picciolo e i semi di ogni peperone, quindi tagliatelo a metà facendo attenzione a mantenere integre le due parti così ottenute.


A parte, tostate lievemente il pangrattato in padella a fuoco medio senza farlo diventare scuro, insaporitelo poi fuori dal fuoco con sale, pepe e basilico in abbondanza.

                              IO PER QUESTO PASSAGGIO HO USATO LA BADANTE
                                                       ahahahahahaha scherzo.

 Un contributo da parte della mia compagna Luisa non mi manca mai, credetemi  solo lei è capace di sopportare le mie direttive.



Salve sono Luisa e scusate l'inquilino di sopra, con la scusa di aiutarlo
 controllo che non mi faccia danni.








 Unite al pane anche il caciocavallo grattugiato, i capperi, i pomodori e le acciughe a pezzetti. Mescolate il composto irrorandolo con un filo d’olio
   

 e farcite con questo ripieno i peperoni.




  
                                              Disponete i peperoni in una teglia ben oleata.



Quindi cospargerteli ancora con un filo d’olio.





Coprite la teglia con un foglio d’alluminio e collocatela in forno già caldo a 200° per 15 minuti.






A questo punto togliete il foglio di alluminio e proseguite la cottura in forno per 10 minuti, aggiungendo (se necessario) un ulteriore filo d’olio.
Servirli tiepidi o a temperatura ambiente.








Per Francy; al posto delle acciughe e della pancetta puoi aggiungere olive a pezzetti oppure uova sode schiacciate nell'impasto.


VARIANTE  
POTETE GUARNIRE CON PANCETTA AFFUMICATA 




                                                                       BUON APPETITO


Fonte della ricetta Academia Barilla con varianti personali.


sabato 19 novembre 2011

Linguine alla Guerì

Osare, azzardare, improvvisare,
è dal niente che nascono i piatti migliori.
Bene oggi ho aperto la dispensa e ho iniziato ad immaginare cosa avrei potuto realizzare con alcuni ingredienti a mia disposizione in ordine di apparizione;


1 fetta di Pancetta steccata,un gamdo di radicchio, cipolla, aglio,  gambi di carciofo e un sospetto di salame napoletano piccante, 20 g di pecorino romano, sale, pepe e le linguine.


1.Fate saltare con un filo di olio di oliva il trito di cipolla, aglio e per ultimo aggiungete i gambi di carciofo.



2. Aggiungiamo il sospetto di salame napoletano tritato.



3. Aggiungiamo la pancetta steccata tagliata a strisce sottili.



4. Infine aggiungiamo il radicchio e facciamolo appassarire con del vino bianco lasciando evaporare, a cottura ultimata mettete da parte in una terrina il radicchio e le fettine di pancetta.
 Intanto in una pentola aggiungete acqua e sale e portate a bollore per cuocervi le linguine. 







5. Saltate nel sugo preparato in precedenza le linguine, aggiungendo nel caso un pò di acqua di cottura.




6. Spolveriamo con il Pecorino grattugiato.







7. Completiamo guarnendo con i filetti di  radicchio, di pancetta, pepe e serviamo.



Cosa dire eccezzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzionale







Fonte della ricetta, la mia dispensa.


Tiramisù

 

 

 

Ingredienti

per 4 persone

  • 4 tuorli d'uovo
  • 2 albumi d'uovo
  • 160 g di zucchero
  • 500 g di mascarpone
  • 16 savoiardi o pavesini
  • 25 cl di caffè
  • 2 cucchiai di cacao in polvere



Separate i tuorli dagli albumi rompendo le uova una per volta e versando il bianco dell’uovo in un bicchiere mentre fate scivolare il rosso da un guscio all’altro.






Battete i tuorli con lo zucchero per un paio di minuti con una frusta o con un mixer, fino ad ottenere un composto gonfio e schiumoso, al quale aggiungerete il mascarpone, mescolando per bene fino ad ottenere una crema morbida e omogenea. 


Montate quindi, con una frusta elettrica o a mano, 2 degli albumi a neve ferma e, una volta che saranno ben gonfi, versateli nel composto di mascarpone e uova preparato in precedenza.
Amalgamate il tutto mescolandolo con molta delicatezza con un movimento del cucchiaio che proceda dal basso verso l’alto.

Una volta pronta la crema al mascarpone, potete passare a preparare il vostro tiramisù.




 Munitevi di una teglia o una tortiera non troppo grande e adagiate uno per volta i savoiardi sul fondo, dopo averli immersi nel caffé per non più di un secondo.




 Una volta che avrete ricoperto l’intera superficie della tortiera con i savoiardi.




Ricopriteli con metà della crema al mascarpone, livellandola per bene con una spatola e spolverizzate il tutto con il cacao in polvere.


 Quindi disponete sopra la crema un nuovo strato di savoiardi immersi come prima nel caffé.





Una volta occupato tutto lo spazio disponibile, ricopriteli con la restante crema, che dovrete nuovamente livellare, e spolverate abbondantemente con polvere di cacao.


 Ponete quindi a riposare in frigo per almeno 3 ore e servite freddo.





                                         Il tiramisù può essere presentato in diversi modi
                                       preparandolo o in uno stampo unico o in monoporzioni.


Se invece volete servire il tiramisù già porzionato, potete utilizzare delle coppette o dei bicchieri da martini.
In questo caso utilizzate 4 savoiardi per ogni porzione, immergendoli ad uno ad uno per un secondo nel caffè e adagiandoli verticalmente nella coppa con una delle estremità che tocca il fondo del bicchiere e l’altra che ne esce.
Riempite quindi la coppa con qualche cucchiaiata di crema al mascarpone facendola distribuire per bene in tutta la coppa dando qualche colpetto sulla base del bicchiere con il palmo della mano.


















 Fonte della ricetta Academia Barilla

venerdì 18 novembre 2011

Ciambella Di Cioccolato e Mandorle


Questo dolce è una vera novità, l'esecutore ha preferito l'anonimato ma noi non molliamo e chiediamo di pubblicare nel post le sue generalità e la ricetta.
Una cosa è certa, il dolce ha ritrovato sul proprio cammino un grande estimatore " Alessandro" e non solo.

Bene ecco a voi qualcosa di genuino e di veramente buono.




Caro Autore,
sappiamo tutti che questo è sicuramente un assaggio delle tue capacità pasticcere, dai non farci disperare e deliziaci ancora con i tuoi capolavori.

Spaghetti con radicchio trevigiano e tartare di mazzancolle

 

 

Ingredienti

per 4 persone

  • 400 g di spaghetti

Per la salsa

  • 60 g di cipolla
  • 400 g di radicchio rosso
  • uno spicchio d'aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • un cucchiaio di prezzemolo
  • sale e pepe q.b.

Per la tartare di mazzancolle






                                                                               Salsa
Tritate la cipolla, il prezzemolo, lo spicchio d’aglio, quindi pulite, lavate e tagliate a listarelle il radicchio trevigiano.




Scaldate un po’ d’olio extravergine di oliva in una padella a fuoco medio, fatevi rosolare la cipolla per un paio di minuti, quindi aggiungete l’aglio e il radicchio e fate cuocere per altri 2 minuti o comunque fino a quando il radicchio non sarà appassito, salate e pepate.







                                                                               Tartare
Nel frattempo sgusciate le mazzancolle


Privatele delle interiora.






Tritate finemente col coltello le mazzancolle, ponetele in un recipiente e     aggiungete  mezzo cucchiaio d'origano e capperi tritati  e un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e mescolate per bene.





                                    Nel frattempo in una pentola cucinate gli spaghetti al dente.
                      Appena scolati, mettete gli spaghetti nella salsa e mantecateli con un filo d’olio e il  prezzemolo tritato







                                            
 .
                           Servite gli spaghetti nei piatti e adagiatevi sopra un cucchiaio di tartare.
                 Aggiustate con un po’ di pepe nero, di prezzemolo tritato e d’olio extravergine d’oliva.






                                                          BUON APPETITO





Fonte della ricetta Academia Barilla

martedì 15 novembre 2011

Crespelle Farcite

Ingredienti; 2 Uova, 150 g di farina, 4 dl di latte, sale, pepe,
Ripieno; 3 zucchine, 400 g di ricotta, 200 g di radicchio, 3 fette di speck ( prosciutto crudo), 100 g di gorgonzola.






1. In una ciotola sbattere 2 uova con un pizzico di sale.



2. Aggiungere alternando la farina setacciata e il latte.



3. Così da avere una pastella molto liquida.
 Lasciare riposare 30 minuti prima di usare. 





4. Pennellare un padellino con burro, e scaldarlo bene.

5. Versare con um mestolino di pastella che ricopra il fondo del padellino con uno strato molto sottile, lasciare cuocere 2 minuti e, aiutandosi con una paletta, rigirare la crespella per finire di cuocerla.
Evitare di cuocere troppo le crespelle perchè solitamente vanno poi farcite e ripassate in forno o padella e quindi rischierebbero di seccare troppo.



6. Evitare di cuocere troppo le crespelle perchè solitamente vanno poi farcite
 e ripassate in forno o padella
 e quindi rischierebbero di seccare troppo.




7. Tagliamo le zucchine a dadini.





8. Saltiamo le zucchine e il nostro radicchio separatamente.



9. Con il Mix mettiamo assieme la ricotta, il radicchio,
                                           .  
10. Le fette di crudo, sale, pepe e frullare il tutto.





                                         11. Aggiungiamo alla crema di ricotta radicchio e crudo
                                                                      le zucchine saltate.


                                         12. disponiamo al centro della nostra Crespella un cucchiaio
                                                         di crema farcita e aggiungendo un pezzo
                                                                    di gorgonzola in superfice. 




                                               



13. Chiudere a sacchetto o a caramella con erba cipollina.





                                          14. Passare in forno a 180 ° per circa 7 minuti facendo
                                                                 attenzione a non seccarle.





Queste Crespelle sono ottime anche solo con ingredienti come verdure e ricotta eliminando lo speck o il prosciutto.
Dedicato a Francesca e a tutti i vegani.

BUON APPETITO





 Fonte della ricetta, scuola di cucina "Peccati di Gola"