martedì 1 novembre 2011

Chi Sono

Ciao a tutti, mi chiamo Guerino sono un Intermediario Assicurativo amo il mio lavoro ma la passione che mi segue da sempre è, indovinate un po’ “ La Cucina”, dedico questo blog alla mia Famiglia in particolare ai miei Genitori ai Suoceri e con un pensiero particolare alla mia cara amata Nonna Cristina baluardo della mia infanzia, inoltre e non perché meno importanti, a tutte le persone che hanno condiviso con me e la mia famiglia momenti di spensierata convivialità, riferendomi in particolare a tutti i miei amici compresi quelli d'infanzia che ho cresciuto con amorevoli pasti e che a ogni mia improvvisata pietanza mi ringraziavano con un << Sei grande avvocà! >> . La mia passione per la cucina ha radici profonde e che mi riportano a sfumati e dolci ricordi, sin da bambino ammiravo con entusiasmo il districarsi tra i fornelli dell'amata nonna Cristina la quale, forte di un'antica tradizione culinaria Tipicamente Napoletana allietava le nostre domeniche e non solo, sì dico nostre perché come in ogni famiglia napoletana vigeva la regola dei grandi numeri che nel nostro caso equivaleva a un nucleo composto di genitori, nonna e dieci figli a seguito con rispettivi Zii materni ovviamente accompagnati rigorosamente dalle mogli e prole.
Al nostro tavolo da pranzo e da quando emerge dai miei ricordi di bambino, il numero minimo di commensali non era mai sotto le quindici persone ed era impressionante quello che Nonna Cristina era capace di portare a tavola per la gioia del nostro palato, inutile aggiungere che io ero per lei il nipote prediletto e di questo ringrazio la mia buona stella, pertanto come si suol dire, mi toccava il "Boccone del Prete" diciamo meglio che con la fame che mi ritrovavo, io al prete non lasciavo mai niente.........
I nostri pranzi o cene ripercorrevano quello che la nostra tradizione locale prevedeva sia nelle Festività sia in un determinato periodo dell'anno ed era a quel tavolo che attraverso i racconti degli adulti tutto diventava magico, oggi quella magia si è persa gli adulti non hanno più tempo e spesso il tavolo resta solo un oggetto da esporre rendendo l'unico momento di una famiglia di stare assieme tempo sprecato.
Le mie umili origini devo dire con certezza che hanno lasciato vivo in me quel ricordo e quella voglia di portare avanti quella tradizione, forse un po' perché come chiunque individuo che si ritrova lontano dai propri affetti e dalla propria terra, probabilmente sono alla ricerca di un legame tra presente e passato, tra vecchie e nuove amicizie e con tutta probabilità come strumento di trasmissione di valori che in ognuno dovrebbe essere presente.

"Un noto poeta ha scritto che i figli non sono i nostri ma del Mondo", io vi dico con certezza che il Mondo sarà migliore solo attraverso i valori trasmessi ai nostri figli.
Un saluto particolare ai miei figli Francesca, Jeremy , Federica  e alla mia compagna di una vita Luisa che mi sopportano quando metto la cucina sottosopra, ma mi soddisfano quando provano le mie pietanze.

Un grazie allo staff di "Peccati di Gola" la scuola di cucina che frequento da ottobre 2010.
Con lo Chef Sebastiano Molani e Cristina ho ritrovato subito quella voglia di mettere in pratica i loro consigli e le loro ricette che troverete pubblicate in questo blog.
Per info sulla scuola visitate il sito: http://www.peccatidigola.info/   se siete appassionati di cucina come me, troverete sicuramente interessanti i loro corsi.

Buon Appetito a tutti.
Guerino Auriemma

4 commenti:

  1. zio sei il migliore dei migliore un vero chef e nn vedo l'ora che mi fai assagiare i tuoi piatti beci <3

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Sono approdata a questo blog grazie al contest (che hai vinto... e quindi complimenti) di Molino Chiavazza... beh, che dire, ho seguito il tuo consiglio e sono venuta a leggere la tua presentazione.... E... beh, mi hai commossa... anche io da buona meridionale ho i tuoi stessi ricordi di bambina.... Da oggi hai una sostenitrice in più!

    RispondiElimina
  3. Bellissima presentazione, già da qui si sente che nelle tue ricette, oltre ai vari ingredienti alimentari, metti anche quello più importante di tutti...il cuore!
    Noi siamo appassionate come te, non vogliamo di certo insegnare niente, ma condividere con i "malati" di cucina come noi le nostre emozioni e le nostre esperienze....
    Se ti fa piacere ti inseriamo subito nei nostri blog amici!

    RispondiElimina
  4. Ciao, mi fa sempre strano un uomo ai fornelli, sarà che mio marito in cucina entra solo per mangiare :))) il tuo blog è molto interessante e questa presentazione è davvero vera! :)

    RispondiElimina