sabato 11 febbraio 2012

PASTA E CECI

La pasta e ceci è un primo piatto molto sostanzioso a base di ceci e altre verdure che deriva dalla tradizione contadina e adatto ai freddi mesi invernali. Vi viene proposta una versione della pasta e ceci con della pancetta che può essere però eliminata per ottenere un ottimo piatto vegetariano.
La pasta e ceci è un piatto dal sapore rustico che può essere servito anche come piatto unico e che dispone di mille varianti; la pasta e ceci può essere infatti bianca e quindi senza pomodoro, molto brodosa o poco brodosa, dal sapore forte o più delicato.




Ingredienti
Aglio 1 spicchio, Brodo vegetale q.b., Carote 1, Ceci lessati 500 gr, Cipolle piccola 1, Olio di oliva (extravergine) 4 cucchiai, Pancetta  affumicata 120 gr, Pasta lumachine (o pasta corta) 320 gr, Pepe q.b.,Pomodori passati 200 ml, Rosmarino 1 rametto, Sale q.b., Sedano 1 costa



Preparate un trito finissimo di carota, sedano, cipolla e aglio, quindi fatelo appassire a fuoco basso per 15 minuti assieme all’olio di oliva, poi aggiungete gli aghi di rosmarino tritati finemente, mescolate e aggiungete la pancetta affumicata tagliata a dadini




 
Lasciate rosolare a fuoco dolce per qualche minuto e poi aggiungete i ceci,
mescolate per bene, coprite con il brodo vegetale unite la passata di pomodoro .



Lasciate sobbollire a fuoco dolce  per almeno 15 minuti e nel frattempo mettete sul fuoco l’acqua per lessare la pasta. Passati i 15 minuti, prendete 1/3 dei ceci e frullateli fino ad ottenere una crema fine che poi unirete al tegame assieme ai ceci rimasti.

  

Buttate la pasta nell’acqua bollente salata  e cuocetela al dente, poi scolatela e aggiungetela alla pentola con i ceci . Aggiustate eventualmente di sale e di pepe, e servite la pasta e ceci immediatamente.





                                                  BUON APPETITO


Da una semplice ricetta contadina, sono riuscito a creare questo piatto a dire poco eccezionale che ho accompagnato con un ottimo Raboso Frizzante acquistato alla Cantina di Michele di Martellago la mia Città.
Michele oltre ad essere una persona speciale è un ottimo conoscitore dei prodotti che propone con la passione di un cuoco fuori dalle righe pertanto molto critico nel giudicare un piatto.
Caro Michele per me le critiche sono sempre costruttive, pertanto l'ultima parola è la tua.




Consiglio: servire a tavola con parmigiano grattugiato.







fonte della ricetta Giallo Zafferano

Nessun commento:

Posta un commento